Repubblica Italiana

Dai Territori 17 Nov 20

Comune di Barete

Pubblichiamo l'intervento di Leonardo Gattuso, sindaco di Barete, in Abruzzo, dove sono stati attivati gli hotspot gratuiti e che si aggiunge ai Comuni che hanno aderito al Progetto WiFi Italia.

Il comune di Barete è situato nell'entroterra abruzzese a poca distanza dal confine con il Lazio. Il paese sorge ad 800 metri di altezza in una gola al margine settentrionale della conca aquilana, nell'alta valle dell'Aterno, tra il fiume Aterno ed il Gran Sasso d'Italia. La località, anticamente nota come Lavaretum, era luogo di villeggiatura degli abitanti della città sabina di Amiternum per la presenza di alcune sorgenti termali. Nel XIII secolo prese parte, insieme agli altri castelli del contado, alla fondazione dell'Aquila; il ruolo del paese fu particolarmente importante poiché ai baretani venne assegnato la difesa dell'estremità occidentale delle mura aquilane dove, alla fine del secolo, venne costruita porta Barete.

I visitatori, oltre a godere della natura del Parco Nazionale del Gran Sasso, possono visitare la chiesa primaria di Barete, San Paolo al cimitero, i cui castellani edificarono l'omonimo tempio nella città fondata di L'Aquila nel 1254, lungo l'attuale via Roma nel Quarto San Pietro, in asse con Porta Barete. La chiesa risale al VI secolo, eretta in un cimitero ostrogoto longobardo, come dimostrano alcune decorazioni e ritrovamenti presso il cimitero.

Per un centro piccolo come Barete far parte del Progetto WiFi Italia è una grande occasione che consente di raggiungere un duplice obiettivo: valorizzare le bellezze del luogo e il lavoro che l’amministrazione comunale mette in atto per i cittadini”.